1. LA CULTURA ES LA SONRISA

 

La cultura è il sorriso che brilla dappertutto

in un libro, in un bimbo, in un cinema o un teatro

devo solo invitarla a venire a cantare un po’

 

RIT. Oh, oh, oh, se ne va la vita

ma la cultura rimane qui

 

La cultura è il sorriso per tutte le età

puoi trovarla in una madre, in un amico o in un fiore

o magari si nasconde nelle dure mani di un operaio

 

RIT. Oh, oh, oh, se ne va la vita

ma la cultura rimane qui

 

La cultura è il sorriso di forze millenarie

aspetta ferita, vietata e sepolta

che arrivi il signor Tempo ad illuminarle ancora l’anima

 

RIT. Oh, oh, oh, se ne va la vita

ma la cultura rimane qui

 

La cultura è il sorriso che accarezza la canzone

e si rallegra tutto il popolo, chi può dirle di no?

Solo qualcuno che vuole intristire il nostro cuore.

 

RIT. Oh, oh, oh, se ne va la vita

ma la cultura rimane qui

 

2. LA MEMORIA

 

I vecchi amori che non ci sono più

L’illusione dei perdenti

Tutte le promesse che vanno via

E i caduti di qualche guerra

Tutto è conservato nella memoria

Sogno della vita e della Storia

 

L’inganno e la complicità

Degli assassini che sono liberi

L’indulto e il Punto Finale

alle bestie di quell’inferno

Tutto è conservato nella memoria

Sogno della vita e della Storia

 

RIT. La memoria si sveglia per ferire

I popoli addormentati

Che non la lasciano vivere

Libera come il vento

 

I “desaparecidos” che si cercano

Con il colore delle loro nascite

La fame e l’abbondanza che si uniscono

Il maltrattamento con il suo brutto ricordo

Tutto è impresso nella memoria

spina della vita e della Storia

 

In 2000 mangerebbero per un anno

con quello che costa 1 minuto militare

quanti smetterebbero di essere schiavi

per il prezzo di una bomba in mare

Tutto è conficcato nella memoria

spina della vita e della Storia

 

RIT. La memoria punge fino a far sanguinare

I popoli che la trattengono

E non la lasciano andare

Libera come il vento

 

Tutti i morti della A.M.I.A.

E quelli dell’ambasciata d’Israele

Il potere segreto delle armi

La giustizia che guarda e non vede

Tutto è nascosto nella memoria

Rifugio della vita e della Storia

 

Fu quando le chiese tacquero

Fu quando il calcio mangiò tutto

Che i Padri Pallottini e Angelelli

Lasciarono il loro sangue nel fango

Tutto è nascosto nella memoria

Rifugio della vita e della Storia

 

RIT. La memoria scoppia fino a vincere

I popoli che la opprimono

E non la lasciano essere

Libera come il vento

 

La pallottola a Chico Mendez in Brasile

150mila guatemaltechi

I minatori di fronte ai fucili

La repressione studentesca in Mexico

Tutto è caricato nella memoria

Arma della vita e della Storia

 

L’America con anime distrutte

I ragazzi uccisi dallo squadrone della morte

Il supplizio di Mugica nei quartieri poveri

La dignità di Rodolfo Walsh

Tutto è caricato nella memoria

Arma della vita e della Storia

 

RIT. La memoria prende la mira fino ad uccidere

I popoli che la zittiscono

E non la lasciano volare

Libera come il vento

Libera come il vento

 

3. CINCO SIGLOS IGUAL

 

Solitudine sulle rovine

Sangue nel grano

Rosso e giallo

Sorgente del veleno

Scudo e ferite

Cinque secoli uguali

 

Libertà tenuta a freno

Bandiere strappate

Orgoglio e menzogne

Medaglie d’oro e d’argento

Contro ogni speranza

Cinque secoli uguali

 

RIT. In questa parte della terra

La storia è caduta

Come cadono le pietre

Anche quelle che toccano il cielo

O che sono vicino al sole

O che sono vicino al sole

 

Disamore, disaccordo

Perdono e oblio

Corpo di minerale

Popoli lavoratori

Infanzie povere

Cinque secoli uguali

 

Lealtà sulle tombe

Pietra sacra

Dio non è riuscito a piangere

Lungo sonno del male

Figli di nessuno

Cinque secoli uguali

 

Morte contro la vita

Gloria di un popolo

scomparso

È inizio, è fine

Leggenda perduta

Cinque secoli uguali

 

RIT. In questa parte della terra

La storia è caduta

Come cadono le pietre

Anche quelle che toccano il cielo

O che sono vicino al sole

O che sono vicino al sole

 

Son tenebre fiorite

Rivoluzioni

e anche se molti non ci sono più

Mai nessuno ha pensato

Di baciarti i piedi

Cinque secoli uguali

 

4. TODO CAMBIA

 

Cambia ciò che è superficiale

e anche ciò che è profondo

cambia il modo di pensare

cambia tutto in questo mondo.

 

Cambia il clima con gli anni

cambia il pastore il suo gregge

e così come tutto cambia

che io cambi non è strano.

 

RIT. Cambia, tutto cambia

 

Cambia il più prezioso brillante

di mano in mano il suo splendore

cambia nido l’uccellino

cambia il sentimento degli amanti.

 

Cambia direzione il viandante

sebbene questo lo danneggi

e così come tutto cambia

che io cambi non è strano.

 

RIT. Cambia, tutto cambia

 

Cambia il sole nella sua corsa

quando la notte persiste

cambia la pianta e si veste

di verde in primavera.

 

Cambia il manto della fiera

cambiano i capelli dell’anziano

e così come tutto cambia

che io cambi non è strano.

 

RIT. Cambia, tutto cambia

 

Ma non cambia il mio amore

per quanto lontano mi trovi

né il ricordo né il dolore

della mia terra e della mia gente.

 

E ciò che è cambiato ieri

di nuovo dovrà cambiare domani

così come cambio io

in questa terra lontana.

 

RIT. Cambia, tutto cambia

 

5. SEMILLAS DEL CORAZÓN

 

Te ne andrai con le stelle, spaccherai il mondo in due

Arriverai con la tempesta nelle notti senza amore

Arriverai con la tempesta nelle notti senza amore.

 

Camminerai calpestando un sogno, senza i baci di un addio.

Il profilo della luna fa da culla alla canzone

Il profilo della luna fa da culla alla canzone.

 

RIT. Oggi sento che è la vita che ti regala un giorno

Semi del cuore per piantare la tua ferita.

Comunque sei un sole, sei la vita in un fiore

Sei un nuovo giorno libero che porti per entrambi,

Sei un nuovo giorno libero che porti per entrambi.

 

Correrai sempre alla porta che sbatte senza motivo,

la “campana del miracolo” si trasformò in preghiera

la “campana del miracolo” si trasformò in preghiera.

 

Sei un piccolo seme di questo povero cuore

che un giorno vide da vicino tutto quello che andò distrutto

che un giorno vide da vicino tutto quello che andò distrutto.

 

RIT. Oggi sento che è la vita che ti regala un giorno

Semi del cuore per piantare la tua ferita.

Comunque sei un sole, sei la vita in un fiore

Sei un nuovo giorno libero che porti per entrambi,

Sei un nuovo giorno libero che porti per entrambi.

 

 

6. NIÑO PAYASO

 

 RIT. Si aprono le porte della ragione

scende dal cielo, sale sul camion

piccolo clown, si apre il sipario

le luci del palco come stelle.

 

Brillano gli scampoli del mio vestito da pagliaccio

girano nella notte bugiarda di cartone

proteggono le mie spalle angeli pericolosi

vecchi ubriachi che mi danno la loro benedizione.

 

RIT. Si aprono le porte della ragione

scende dal cielo, sale sul camion

piccolo clown, si apre il sipario

le luci del palco come stelle.

 

Ho una moneta di latta nella tasca

e i tuoi capelli color del grano come il sole

la luna conserva i tuoi silenzi e le mie lacrime

ho avuto la fortuna di avere il tuo cuore.

 

RIT. Si aprono le porte della ragione

scende dal cielo, sale sul camion

piccolo clown, si apre il sipario

le luci del palco come stelle.

 

Porto le cicatrici delle battaglie che ho perso

Prove che il destino mi ha conservato fino ad oggi

Ho la testa dei miei vecchi nemici

oggi con me brindano a quello che sono diventato

 

RIT. Si aprono le porte della ragione

scende dal cielo, sale sul camion

piccolo clown, si apre il sipario

le luci del palco come stelle.

 

Ho una colomba, una candela e una penna

e l’amore in una lettera che presto arriverà

verso l’orizzonte e prima di spiccare il volo

colgo dal tuo cielo una Stella di Natale

 

RIT. Si aprono le porte della ragione

scende dal cielo, sale sul camion

piccolo clown, si apre il sipario

le luci del palco come stelle.

 

7. SOLO LE PIDO A DIOS

 

Questo solo chiedo a Dio:

Che il dolore non mi lasci indifferente

Che l'aridità della morte non mi trovi

Vuoto e solo, senza aver fatto abbastanza

 

Questo solo chiedo a Dio:

Che l’ingiustizia non mi sia indifferente

Che non mi schiaffeggino l’altra guancia

Dopo che un artiglio ha graffiato la mia sorte

 

Questo solo chiedo a Dio:

Che la guerra non mi sia indifferente

È un mostro grande e calpesta

Tutta la povera innocenza della gente

È un mostro grande e calpesta

Tutta la povera innocenza della gente

 

Questo solo chiedo a Dio:

Che l’inganno non mi lasci indifferente

Se un traditore può di più di tanti altri

Che questi altri non dimentichino facilmente

 

Questo solo chiedo a Dio:

Che il futuro non mi lasci indifferente

Disperato è colui che deve andare

A vivere in una cultura differente

 

Questo solo chiedo a Dio:

Che la guerra non mi sia indifferente

È un mostro grande e calpesta

Tutta la povera innocenza della gente

È un mostro grande e calpesta

Tutta la povera innocenza della gente

 

8. NAOMI

 

Colomba, fiore dell’edificio

Dell’otto di dicembre

Vecchio ascensore, pulsante arancione

Tu ed io faccia a faccia

La luce neon sopra i tuoi capelli

Così neri come in televisione

mi ha fatto abbracciare la notte.

 

Perlina blu, la via lattea

Il tuo ventre che palpita

Affetto immenso, tessuto in sogni

Che sparge il sole

Ogni tanto tu mi guardavi

C’era freddo di neve e di silenzio

e ho imparato ad amare senza tempo.

 

RIT. Naomi, Natasha, qual è il tuo nome

Quale sceglierai

Se uno solo è il tuo sguardo azzurro celeste d’alba

 

Dormi principessa tutta nera

Soltanto sedici anni

Sorella, amica, piccolo cuore

Che batte in lontananza

La luce neon sopra i tuoi capelli

Così neri come in televisione

mi ha fatto abbracciare la notte.

 

RIT. Naomi, Natasha, qual è il tuo nome

Quale sceglierai

Se uno solo è il tuo sguardo azzurro celeste d’alba

 

9. DE IGUAL A IGUAL

 

Sono “bolita” in Italia

Sono “colombo” a New York

Sono “sudaca” in Spagna

E “paragua” di Asunción

 

Spagnolo in Argentina

Tedesco in El Salvador

Un Francese se n'è andato in Cile

Giapponese in Ecuador

 

Il mondo è ammobiliato

Con il legno brasiliano

E ci sono enormi buchi

Nella foresta misionera

 

L’Europa non ricorda

Le navi che inviò

Gente ferita dalla guerra

Questa terra salvò

 

RIT. Se mi chiedi di ritornare dove sono nato

Io chiedo che la tua impresa se ne vada dal mio Paese

Così saremo alla pari

Così saremo alla pari

 

Tico, Nica, El Boricua

Arjo, Mejo, El Panameño

Fanno la fila alla ambasciata

Per raggiungere un sogno

 

Intanto il grande ladro

Pieno di precedenti

Se lo ferma l’Immigrazione

Chiede aiuto al Presidente

 

RIT. Se mi chiedi di ritornare dove sono nato

Io chiedo che la tua impresa se ne vada dal mio Paese

Così saremo alla pari

Così saremo alla pari

 

I cosiddetti “illegali”

Che non hanno documenti

Sono dei disperati

Senza lavoro e senza fiato

 

Illegali sono quelli

Che hanno lasciato andare Pinochet

L’Inghilterra si vantava

Del suo onore e della sua legge

 

RIT. Se mi chiedi di ritornare dove sono nato

Io chiedo che la tua impresa se ne vada dal mio Paese

Così saremo alla pari

Così saremo alla pari

 

10. TODO LOS DÍAS UN POCO

 

Se un’altra stella cade

Questo cielo piange

Se nessuno più chiede la luna e la luce

Questo mare si è già seccato

 

Se un bacio è uno in più

Questa bocca aspetta

Se una campana non suona

Il silenzio si è addormentato

 

RIT. Chiamano e chiamano i fiori il sole

Giocano e giocano tutti i giorni all’amore.

Se non mi chiami come fa il fiore

Ti dimenticherò ogni giorno un po’.

 

Se un altro albero si è spogliato

L’estate muore

Se nessuno ha bisogno del vento

Questa nuvola qui si è fermata

 

Se un anno ancora è passato

La vita è più corta

Se non scuoti il tempo

Nemmeno un tentativo rimane in te

 

RIT. Chiamano e chiamano i fiori il sole

Giocano e giocano tutti i giorni all’amore.

Se non mi chiami come fa il fiore

morirò ogni giorno un po’.

morirò ogni giorno un po’.

 

11. Y DALE ALEGRÍA A MI CORAZÓN

 

E dai gioia, gioia al mio cuore,

Questo è tutto quello che chiedo, almeno oggi.

E dai gioia, gioia al mio cuore,

E che si accendano le luci di questo amore.

E ora vedrete come si trasforma l’atmosfera,

e ora, ora vedrete che non avremo bisogno di altro.

 

E dai gioia, gioia al mio cuore,

che ieri ho avuto una brutta giornata, per favore.

E dai gioia, gioia al mio cuore,

che se mi dai gioia sto meglio.

E ora vedrete le ombre che erano qui, non ci saranno più,

e ora, ora vedrete che non avremo bisogno di altro.

 

E dai gioia, gioia al mio cuore,

Questo è tutto quello che chiedo, almeno oggi.

E dai gioia, gioia al mio cuore,

le sofferenze e il dolore se ne andranno.

E ora vedrete le ombre che erano qui, non ci saranno più,

e ora, ora vedrete che non avremo bisogno di altro.

 

12. EN EL PAIS DE LA LIBERTAD

 

Cercatemi dove si nasconde il sole

Dove esiste una canzone

Cercatemi in riva al mare

Baciando la schiuma e il sale

 

RIT. Cercatemi, mi troverete

Nel paese della libertà

Cercatemi, mi troverete

Nel paese della libertà… della libertà

 

Cercatemi dove si ferma il vento

Dove c'è pace o non esiste il tempo

Dove il sole asciuga le lacrime

Delle nuvole nella mattina

 

RIT. Cercatemi, mi troverete

Nel paese della libertà

Cercatemi, mi troverete

Nel paese della libertà

Cercatemi, mi troverete

Nel paese della libertà… della libertà

 

 

13. COMO LA CIGARRA

 

Tante volte mi hanno ucciso

tante volte sono morta

eppure sono qui

sto risuscitando.

Ringrazio la sventura

e la mano armata di pugnale

perché mi hanno colpito a morte

e ho continuato a cantare.

 

RIT. Cantando al sole come la cicala

dopo un anno sotto la terra,

come un sopravvissuto

che torna dalla guerra.

 

Tante volte mi hanno cancellato

tante volte sono scomparsa

al mio stesso funerale

sono andata sola e in lacrime.

Ho fatto un nodo al fazzoletto

ma poi mi sono dimenticata

che non era l'unica volta,

e ho continuato a cantare.

 

RIT. Cantando al sole come la cicala

dopo un anno sotto la terra,

come un sopravvissuto

che torna dalla guerra.

 

Tante volte ti hanno ucciso

tante volte risusciterai,

passerai tante notti

nella disperazione.

E nell'ora del naufragio

e dell'oscurità

qualcuno ti salverà

perché tu possa continuare a cantare.

 

RIT. Cantando al sole come la cicala

dopo un anno sotto la terra,

come un sopravvissuto

che torna dalla guerra.

 

14. TE VEO EN EL SOL

 

Vedo i tuoi occhi nel sole

e i tuoi sorrisi intorno

fuoco e segreto di questo vecchio amore

Vedo le linee che vanno

allo specchio della memoria

abbracci che non sono qui

 

RIT. Solo sulla strada, la faccia al vento

solo sulla strada con ali di luce

la distanza ci dona il sogno

Allontanarsi è uguale

ai silenzi di una canzone

se non ci sono, non c'è spazio per respirare

 

Vedo il tuo nome nella nube grigia

e la tua schiena nella profondità

con l’ombra e con la chiarezza, per te e per me

Vedo il paesaggio che scorre

e il tempo che corre veloce

momenti che presto diventeranno realtà

 

RIT. Solo sulla strada la faccia al vento

solo sulla strada con ali di luce

la distanza ci dona il sogno

È una fortuna che siamo lontani

è una fortuna che questo amore esiste

se tu fossi qui, non ti vedrei nel sole

A  cura di Luca Farioli