GLISPETTACOLI

La commedia, rappresentata per la prima volta al Teatro Nuovo di Napoli nel 1931, ruota intorno alle nozze di Pasqualino e Lucia, organizzate dal fratellastro di lui, Giorgio Paternò (che rappresenta una piccola borghesia di squattrinati, arrivista e ignorantona, ambiziosa ed impotente). Questi, per guadagnare una consistente somma di denaro, si accorda con il padre della ragazza che vuol fare sposare la figlia dal carattere chiuso e difficile. Lucia, però, è innamorata di un altro, Enrico…

 

NOTE

Dopo due anni di repliche con il musical “Papa Francesco tutto un altro mondo!” la Compagnia Teatrale “Entrata di Sicurezza” ha deciso di portare in scena una commedia di Peppino De Filippo a distanza di quarant’anni dalla scomparsa del famoso attore.

“Un ragazzo di campagna” ben rappresenta il teatro umoristico di Peppino: battute, trovate, lazzi. Si respira aria di commedia dell’arte e la tradizione comica di una grande famiglia del teatro italiano.

Peppino, insieme a Totò e a Macario, rappresenta l’università della risata, ma la sua comicità (che in Totò e Macario a volte diventa elaborata e surreale) rimane saldamente ancorata con i piedi per terra: semplice, lineare, genuina, diretta.

La farsa, scritta e recitata in lingua, ben rappresenta il grande comico dove “la commedia non è un testo, bensì un pretesto. Non importa quel che accade, ma come accade” (Bragaglia).

E qui la forza comica è nell’invenzione dei particolari, nel ritmo ben dosato delle pause espressive, nelle mosse, nei gesti, nella mimica sorprendente, battuta dopo battuta un crescendo festoso e senza un attimo di tregua fino al finale comicissimo.

DATESPETTACOLO

LEDATE

Un Ragazzo di Campagna

 

Commedia Brillante di Peppino De Filippo

Adattamento Teatrale: M. Paganini - Regia: S. Farioli

SCARICA

 LEINFORMAZIONI

 

 

>>GLI ATTORI

 

 

>>CANTANTI

 

 

>>STAFF TECNICO

 

 

>>CORPO DI BALLO

 

 

>>DICONO DI...

 

 

>>LE NOVITà

 

 

>>UN GRAZIE A...

 

 

>>STAGIONE TEATRALE "TEATRO DI VIA DANTE"

 

 

>>I TESTI DELLE CANZONI

A  cura di Luca Farioli